trend 2020 contenuti social

Quali saranno i trend 2020 per i contenuti social? Tenersi aggiornati è importante, per giocare d’anticipo e battere competitor sempre più agguerriti.

Continua a leggere

Benvenuti sul nuovo sito internet di Zero Pixel

Mettiamo sempre davanti i lavori per i clienti, ma è giunto il momento di aggiornare anche il nostro sito internet.

Oltre alla revisione grafica più moderna e chiara, abbiamo riorganizzato completamente le aree di attività, suddividendo i servizi offerti nelle 3 macro categorie: strategia, sviluppo e creatività.

Abbiamo inserito il portfolio, riportando alcuni degli ultimi lavori realizzati, in modo da poter avere degli esempi concreti sottomano.

Anche il nostro blog è stato rivisto, per poter trovare più facilmente gli argomenti di interesse.

Abbiamo aggiunto la sezione podcast, in cui potete trovare tutte le puntate del nostro programma Marketing Voices.

Last but not least: abbiamo tradotto il sito in inglese, come gesto di cortesia nei confronti dei nostri clienti internazionali.

Buona navigazione sul nuovo sito internet di Zero Pixel!

zeropixel

Buone Feste a tutti da Zero Pixel e i nostri migliori auguri per un fantastico 2020! Continua a leggere

irish crane & lifting ltd

Costituita nel 1981, la Irish Crane & Lifting Ltd vanta esperienza e qualità ai massimi livelli nel settore delle gru e apparati di sollevamento in Irlanda. Continua a leggere

Quali sono gli strumenti digitali più efficaci nel marketing per negozi? Ne parliamo nuovo episodio del nostro podcast Marketing Voices.
Continua a leggere

fotografie evocative

Cosa sono le fotografie evocative? Come si realizzano? Ecco degli esempi concreti di come la fotografia emozionale può essere utilizzata nella pubblicità. Continua a leggere

Quando si passa dal telemarketing all’e-commerce, quali sono i cambiamenti da affrontare per una PMI italiana? Outbound vs inbound marketing: vediamo l’esempio di Cantine Rossella.
Continua a leggere

Sappiamo convivere in modo salutare con la tecnologia? Non sempre: ecco perché ormai si parla di malattie digitali e tecnostress.
Continua a leggere