Tendenze musicali nel marketing: adattarsi ai gusti del tuo pubblico

La musica è un elemento cruciale nelle strategie di marketing moderne. Le tendenze musicali sono in continua evoluzione e influenzano notevolmente la percezione di un brand e di come il pubblico si connetterà emotivamente con esso.
In questo articolo, esploreremo l’importanza di rimanere aggiornati sulle tendenze musicali nel contesto aziendale e come farlo senza cadere nella trappola degli stereotipi scontati.

L’importanza della musica nel marketing aziendale

La musica svolge un ruolo significativo nella creazione di atmosfere e nel suscitare emozioni. Nel contesto aziendale, l’obiettivo è selezionare brani che si allineino con i valori del brand e che risuonino con il pubblico di riferimento. La scelta accurata della colonna sonora può amplificare il messaggio, rendere memorabile la tua campagna e persino farti raggiungere nuovi clienti.

Identificare il pubblico di riferimento

Prima di esplorare le tendenze musicali, è essenziale comprendere a fondo il tuo pubblico di riferimento. Analizza la demografica, preferenze e comportamenti d’acquisto dei tuoi clienti e del pubblico che vorresti raggiungere.
Questo passo è fondamentale per aiutarti a selezionare ciò che risuonerà al meglio con la tua base di clienti.

Abbracciare la diversità musicale nella scelta delle canzoni per il tuo brand

Mentre è cruciale adattarsi alle tendenze, è altrettanto importante evitare stereotipi troppo ovvi. Non tutti i tuoi clienti apprezzano lo stesso genere musicale, pertanto, cerca di mantenere un equilibrio e abbracciare la diversità musicale. Questo approccio consentirà al tuo brand di essere inclusivo e di raggiungere una più ampia gamma di consumatori.

olivia rodrigo Chartmetric screenshot
Olivia Rodrigo Chartmetric screenshot

Monitorare le tendenze del momento con gli strumenti del web

Le tendenze musicali cambiano rapidamente, e ciò che è popolare oggi potrebbe non esserlo più domani. Utilizza strumenti di monitoraggio delle tendenze musicali per rimanere aggiornato sulle ultime novità.

Ecco alcune piattaforme che offrono strumenti di analisi sulle canzoni più ascoltate e su quelle emergenti, fornendo insight preziosi per le tue scelte musicali:

  • Spotify
  • Chartmetric
  • Gracenote Global Music Data 
  • YouTube
  • TikTok

Come utilizzare Spotify per monitorare le tendenze musicali del momento

Spotify è uno un ottimo strumento per rimanere aggiornati sulle ultime tendenze musicali. Ad esempio, la piattaforma offre una funzione chiamata “Wrapped” che fornisce un riepilogo annuale delle canzoni, degli artisti e degli album più ascoltati.
Negli ultimi 2 anni artisti come Bad Bunny, Olivia Rodrigo e The Kid Laroi hanno dominato le classifiche di Spotify.

Bad Bunny, un rapper portoricano, è stato l’artista più ascoltato su Spotify per il secondo anno consecutivo. Olivia Rodrigo, una giovane pop star californiana, ha avuto la canzone e l’album più ascoltati a livello globale su Spotify, grazie al successo fenomenale del suo album di debutto “Sour”.
The Kid Laroi, insieme a Justin Bieber, ha avuto uno dei brani più ascoltati a livello globale con “STAY”.

Per rimanere aggiornati sulle ultime tendenze musicali, potresti seguire questi artisti su Spotify e ascoltare le loro ultime uscite.
Puoi inoltre ascoltare le playlist curate da Spotify dedicate alle novità come:

  • Today’s Top Hits: una playlist costantemente aggiornata con le uscite di tendenza
  • Global Top 50: i 50 brani più ascoltati nel mondo
  • Discover Weekly: suggerisce nuovi brani in base alla tua cronologia di ascolto

Creare playlist aziendali su misura e come usarle

Considera la possibilità di creare playlist aziendali che riflettano l’identità del tuo brand. Queste playlist possono essere utilizzate nei negozi fisici, negli uffici o come parte integrante delle tue campagne online. Assicurati che la selezione musicale si adatti all’ambiente e alle attività aziendali.

Ad esempio, un’azienda di moda potrebbe selezionare brani che riflettono lo stile e l’atteggiamento dei suoi prodotti, creando così un’esperienza più coinvolgente per i clienti. Questa playlist potrebbe essere condivisa sui social media dell’azienda o sul suo sito web, incoraggiando i clienti ad ascoltare mentre navigano o acquistano i prodotti.

Gli stessi brani potrebbero poi essere utilizzati durante sfilate ed eventi creando un legame tra ambiente virtuale e reale.

Autorizzazioni e diritti di autore per la riproduzione della playlist aziendale

Ricorda che per l’utilizzo dei brani nei vari contesti avrai bisogno di diversi tipi di autorizzazioni. Ad esempio, per riprodurre la tua playlist all’interno di un’azienda o in un luogo pubblico, non è sufficiente utilizzare un normale account Spotify, che è destinato esclusivamente all’uso personale e non commerciale. Invece, avrai bisogno di utilizzare servizi come Soundtrack Your Brand, un servizio che offre musica con licenza per l’uso commerciale creato in collaborazione con Spotify e offre una vasta libreria di brani musicali che possono essere utilizzati legalmente in un contesto commerciale.

Se deciderai di utilizzare la tua playlist durante un evento pubblico, dovrai rivolgerti alla SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) per ottenere i diritti di autore. La SIAE gestisce i diritti di autore in Italia e assicura che gli artisti ricevano un compenso equo per l’uso della loro musica.

Questo non significa che tu non possa creare la tua playlist su Spotify. Puoi farlo, ma la playlist dovrà essere condivisa sulla piattaforma per un uso personale dei tuoi clienti. In altre parole, i tuoi clienti possono ascoltare la playlist sui loro dispositivi personali, ma non puoi trasmettere la playlist in un ambiente commerciale senza le adeguate licenze.

La creazione di una playlist su Spotify può anche aiutare l’azienda a raggiungere un pubblico più ampio. Spotify ha una vasta base di utenti, e le playlist possono essere facilmente condivise e scoperte da nuovi ascoltatori. Questo può portare a una maggiore visibilità per il marchio e potenzialmente attrarre nuovi clienti.

Utilizzo della playlist aziendale sui social media

L’impiego di brani musicali specifici sui social media è vincolato dai limiti e dagli accordi stipulati da ciascuna piattaforma con i detentori dei diritti d’autore, il che impone restrizioni significative sull’utilizzo di musica soggetta a copyright. Tuttavia, diverse piattaforme social mettono a disposizione una vasta selezione di brani royalty-free. Attraverso l’applicazione di filtri, è possibile individuare brani musicali in sintonia con la playlist originale del proprio brand.

In alternativa, è possibile fare affidamento su piattaforme specializzate nell’offerta di musica royalty-free, come Epidemic Sound e Artlist.

Anche queste piattaforme forniscono un sistema di filtri e metatag che agevola la selezione dettagliata del genere e dello stile musicale di interesse.

Epidemic Sound, tra le più popolari, propone oltre 35,000 tracce con aggiornamenti settimanali, consentendo agli utenti di cercare musica in base a genere, mood, lunghezza, tempo e voci. Artlist è un’altra piattaforma che offre una vasta gamma di opzioni musicali libere da royalty.

Una volta acquisita la musica da tali piattaforme, è possibile utilizzarla come colonna sonora per arricchire i propri video sui social media

creazione musicale con tablet per la tua azienda

Collaborazioni con artisti emergenti

Lavorare con artisti emergenti può essere una strategia efficace per distinguere il tuo brand. Oltre a supportare nuovi talenti, potrebbe offrire una prospettiva fresca e originale alla tua campagna di marketing. Le collaborazioni con artisti emergenti spesso portano a contenuti unici e memorabili che si distinguono dalla massa.

La campagna “this is me” di Spotify

La campagna “This Is Me” di Spotify ha brillantemente sfruttato la canzone “This Is Me” dal film “The Greatest Showman” per celebrare la diversità e l’inclusione. Questa canzone, interpretata dalla potente voce di Keala Settle, è diventata un inno per l’auto-accettazione e l’empowerment, rendendo la campagna di Spotify particolarmente potente e toccante.

La canzone “This Is Me” è stata scritta per il film “The Greatest Showman”, un musical che celebra la nascita del business dell’intrattenimento e racconta la storia di un visionario che dal nulla creò uno spettacolo che divenne un successo mondiale. La canzone è stata interpretata da Keala Settle, un’attrice e cantante americana che ha originato il ruolo di Lettie Lutz, la “donna barbuta”, nel film.

Le tendenze musicali nel marketing richiedono un approccio equilibrato. La chiave è adattarsi senza perdere l’autenticità del tuo brand. Monitorare le tendenze, comprendere il pubblico e abbracciare la diversità consentiranno al tuo brand di rimanere rilevante e di mantenere una connessione significativa con il pubblico aziendale. La musica è una lingua universale, e la tua capacità utilizzarla determinerà il successo delle tue iniziative di marketing.

Simone Albanese
Simone Albanese
Articoli: 15