archetipi junghiani

Un approccio umanistico utilizzato per la definizione della corporate identity è basato sugli archetipi junghiani. Vediamo di cosa si tratta.

Due parole su Carl Jung

Sicuramente avrai già sentito parlare dei 12 tipi della personalità di Carl Jung.

Carl Gustav Jung è stato uno psichiatra e filosofo dei primi del 900.

La sua psicologia analitica era inizialmente vicino a Freud ma se ne allontanò dopo un percorso di differenziazione concettuale culminato con la pubblicazione, nel 1912, di La libido: simboli e trasformazioni

In questo libro egli esponeva il suo orientamento, ampliando la ricerca analitica dalla storia del singolo alla storia della collettività umana. C’è un inconscio collettivo che si esprime negli archetipi, oltre a un inconscio personale. La vita dell’individuo è vista come un percorso di realizzazione del sé personale a confronto con l’inconscio collettivo.

Gli archetipi junghiani

Gli archetipi junghiani sono rappresentazioni delle tipologie dell’animo umano che vengono utilizzati nell’identificazione dei tratti caratterizzanti dell’identità e si collocano in quattro quadranti che rappresentano i valori fondamentali che li caratterizzano:

  • stabilità: angelo custode, sovrano, creatore
  • indipendenza: innocente, saggio, esploratore
  • cambiamento: eroe, mago, ribelle
  • appartenenza: amante, burlone, uomo comune

In base a questo criterio vengono analizzati il posizionamento e i tratti identificativi di un’azienda.

Corporate identity e archetipi junghiani: come funziona?

Ad ogni archetipo corrisponde una personalità e sulla base di quanto viene identificato si definiscono poi vision, mission e un preciso tono di voce, con parole chiave più o meno ricorrenti nella comunicazione.

Gli archetipi sono come i letti dei fiumi abbandonati dall’acqua, che però possono nuovamente accoglierla dopo un certo tempo. 

Un archetipo è simile a una gola di montagna in cui la corrente della vita si sia lungamente riversata: quanto più ha scavato questo letto, quanto più ha conservato questa direzione, tanto più è probabile che, presto o tardi, essa vi ritorni.

Per definire la propria corporate identity consigliamo di partire da un modello pratico e in base alla propria predisposizione, più umanistico come questo, più analitico come la Corporate Identity Matrix Framework o un mix dei due.

Per richiederci informazioni sui nostri servizi per la definizione della corporate identity scriveteci a info@zeropixel.it