Come trovare il giusto influencer per il tuo brand

Sviluppare relazioni solide e sostenibili con gli influencer per il successo a lungo termine nel marketing digitale.

Nell’industria del marketing degli influencer, che nel 2022 ha raggiunto un valore di 16,4 miliardi di dollari, il potere degli influencer è esploso grazie alla popolarità dei video brevi sui social e a breve termine su piattaforme come TikTok, Instagram e Youtube. 
Oggi, si stima che circa la metà dei consumatori si rivolga ai social media e ai propri influencer preferiti per decidere cosa comprare.
Secondo alcuni esperti di marketing i social media e gli influencer potrebbero sostituire la ricerca come fonte primaria di informazioni sui prodotti. Questa tendenza continuerà a crescere man mano che i marketer miglioreranno l’interazione con gli influencer e ne vedranno i risultati. 

Vediamo i principali aspetti da considerare se stai pensando di rivolgerti ad un influencer.

Conosci il tuo pubblico

influencer marketing, ragazza

È importante comprendere chi è e cosa lo interessa al proprio pubblico, andando oltre ciò che il tuo brand desidera comunicare. 
Ad esempio, quali sono i loro interessi e obiettivi? Quali problemi o punti critici che stanno cercando di risolvere? Quali opportunità desiderano cogliere? 
Comprendere le informazioni o le lacune di conoscenza che il tuo pubblico ha e desidera colmare è il primo passo fondamentale per individuare gli influencer che possono avere un impatto positivo sul tuo brand.

L’importanza dei micro-influencer

Una volta che hai identificato il tuo pubblico di riferimento, è il momento di individuare gli influencer che già si rivolgono a loro su argomenti pertinenti al tuo business. 
Lo spazio degli influencer si è diversificato non solo per quanto riguarda le persone che ricoprono il ruolo di influencer, ma anche per quanto riguarda i temi di cui parlano. Ciò ha aperto molte più opportunità di collaborazione con influencer per un numero maggiore di marchi. 
I micro-influencer con un seguito di diecimila o cinquantamila follower si sono affermati come una valida alternativa agli influencer più popolari. Nonostante abbiano un numero inferiore di follower, il loro pubblico è più coinvolto rispetto a quello dei macro-influencer e può di conseguenza generare un ROI più elevato.

Dai importanza all’esperienza

I fattori che determinano il successo di un influencer sono molti, ed è spesso difficile identificare con precisione il motivo che porta le persone a seguire gli influencer. Quello che sappiamo è che i follower dei micro-influencer sono spesso desiderosi di apprendere, condividere e cercare conoscenze. Quando un influencer possiede competenze rilevanti per il settore, il prodotto o la proposta della tua azienda, diventa un sostenitore terzo che si impegna autenticamente su questioni che interessano al tuo pubblico e che sono importanti per te.
Gli influencer che sono esperti in determinati argomenti possono colmare le lacune di apprendimento per il tuo pubblico. Quando le persone acquisiscono conoscenze da una fonte di fiducia che considerano (relativamente) neutrale, acquistano maggiore fiducia nell’affidabilità delle informazioni e possono utilizzarle per prendere decisioni. 

Coltivare relazioni con gli influencer a reciproco vantaggio

 unboxing con influencer

Le relazioni più solide e vantaggiose portano benefici a entrambe le parti coinvolte. 
Questo è particolarmente importante per i brand che desiderano sviluppare relazioni sostenibili con gli influencer. 
Esistono diversi tipi di relazioni con gli influencer tra cui scegliere:

Sponsorizzazioni con influencer

In questo modello un brand paga l’influencer per pubblicare un post o una serie di post. Il brand può anche offrire un regalo o uno sconto sul prodotto per coinvolgere il pubblico dell’influencer. Se senti le parole “Questo episodio/post/video è sponsorizzato da…”, fa parte di un accordo di sponsorizzazione.

Collaborazioni con influencer

Si tratta di post prodotti congiuntamente, come Instagram Takeovers o altre forme di collaborazione che coinvolgono un influencer esterno che contribuisce al feed del brand. Ad esempio, McDonald’s ha collaborato con chef in Danimarca per creare alternative di hamburger che gli utenti hanno provato e condiviso sui social media;

Endorsement di prodotti

In questo approccio, l’influencer raccomanda un prodotto o un servizio al suo pubblico, ad oggi le recensioni più popolari sono quelle che hanno un taglio molto naturale ed obiettivo, senza che debbano necessariamente idealizzare un prodotto.

Metodi per individuare gli influencer

  • Ricerca nativa sulle piattaforme: utilizza la funzione di ricerca di Instagram o YouTube, inserendo nomi di account o hashtag correlati.
  • Utilizza Google per trovare elenchi di influencer promettenti con cui lavorare. Cerca influencer che parlano del tuo argomento e leggi articoli di blog, classifiche e case study.
  • Utilizza strumenti specializzati per la scoperta degli influencer che ti portino direttamente al tuo obiettivo desiderato. Esplora le liste di influencer sulle piattaforme di marketing e valuta le opzioni disponibili.
  • Digita parole o hashtag correlati al tuo prodotto o brand, come “moda”, “bellezza” o “fitness”, e sfoglia i post e i profili degli influencer disponibili all’interno delle piattaforme social.
  • Inizia controllando le metriche di base come il numero di follower e l’engagement, in modo da poter stimare la portata del loro account e l’affinità dei loro follower. Successivamente, analizza in dettaglio il loro contenuto.
  • Verifica ciò che stanno facendo i tuoi concorrenti. L’analisi dei concorrenti è una parte fondamentale, ma spesso sottovalutata, della ricerca degli influencer. Prova a utilizzare lo strumento di ricerca degli influencer di Storyclash, è uno strumento gratuito per scoprire con quali influencer stanno collaborando i tuoi concorrenti o altri brand del tuo settore e quale tipo di contenuto stanno creando insieme. Questo ti permetterà di trarre vantaggio dal loro successo e scoprire chi evitare.

Le piattaforme marketplace per gli influencer

Per facilitare la collaborazione tra brand e influencer, sono nate delle piattaforme marketplace che fungono da intermediari tra le due parti. Queste piattaforme consentono ai brand di pubblicare i loro brief e scegliere gli influencer più adatti alle loro esigenze, e agli influencer di candidarsi alle campagne e ricevere compensi in cambio della loro visibilità e credibilità. Molte di queste piattaforme marketplace offrono anche servizi aggiuntivi come l’analisi dei dati, il supporto legale e la gestione dei pagamenti.

Costruire una collaborazione a lungo termine con gli influencer

Mantenere una collaborazione a lungo termine richiede un impegno costante nel coltivare il rapporto con gli influencer. Ciò può includere la comunicazione regolare, la condivisione di risorse utili, l’invio di prodotti in anteprima e l’invito a eventi speciali. 
Bisogna inoltre essere aperti e flessibili alle esigenze e alle idee degli influencer, in modo da costruire una relazione di fiducia reciproca.
Una relazione solida nel tempo stabilisce un’esperienza utente coerente e credibile ed incrementa le vendite grazie alla maggiore esposizione del tuo brand ai follower degli influencer. 
Coltivare relazioni durature con gli influencer permette di creare contenuti più approfonditi e personalizzati, coinvolgendo il pubblico e aumentando la fedeltà dei clienti. 

Con il continuo sviluppo dello spazio degli influencer nel 2023, ci saranno sempre più opzioni per sviluppare strategie di marketing che sfruttano più influencer in grado di fornire informazioni e competenze a diverse fasce del tuo pubblico. 

La chiave è identificare i tuoi obiettivi e le persone con cui desideri interagire, e quindi creare relazioni per sperimentare, misurare e imparare.

Simone Albanese
Simone Albanese
Articoli: 12