fed 2019

FED 2019 – Forum dell’economia digitale

Pubblicato il Pubblicato in Blog, Eventi, Marketing

Ieri abbiamo partecipato per l’intera giornata al FED 2019 – Forum dell’economia digitale, tenutosi al MiCo di Milano. Ecco com’è andata.

Tanti speaker eterogenei, da presidenti di aziende a giovani startuppers, hanno animato il FED 2019. L’evento, organizzato dalla divisione Facebook Italia con Giovani Imprenditori Confindustria, ha registrato più di 5000 iscrizioni. L’età media del pubblico è trent’anni, tra studenti universitari e giovani interessati agli argomenti trattati.

“Be the change” è il motto del FED di quest’anno, giunto alla sua 4^ edizione. Dal sito ufficiale della manifestazione: “Definiamo trasformazione qualcosa che nel corso della storia ci ha invaso, sradicando i nostri paradigmi e che, imponendoci un nuovo ordine sociale, economico e tecnologico, ci ha costretto ad adattarci per sopravvivere. Qualcosa che viene da fuori, da lontano, e che spesso ci travolge. E se invece le rivoluzioni partissero dalla nostra mente, dalla nostra coscienza, dalle nostre ambizioni e dalle nostre paure?”

Gli interventi più interessanti del FED 2019

Prima parte del FED 2019

Durante la giornata si sono trattati tantissimi temi, tutti molto interessanti: dalla meccatronica all’intelligenza artificiale, dalla moda al design, fino alle start-up che ce l’hanno fatta.

Di seguito faremo un breve excursus sugli speaker che ci hanno colpito di più, per ciò che hanno detto e la passione con cui l’hanno fatto.

In primis, Brunello Cucinelli, presidente e amministratore dell’omonima azienda, il re italiano del cachemire. Ha parlato a cuore aperto ai giovani in sala, invitandoli a concretizzare i propri sogni e a non perdere mai la speranza. Raccontando di quando ha ospitato Jeff Bezos e altri imprenditori di quel calibro, ha sottolineato come in quei tre giorni nessuno avesse usato il proprio smartphone volutamente. Con questo, invita a “staccarci dal lavoro per parlare tra di noi, guardare il cielo e le stelle invece che lo schermo di un computer, perché solo così tutto riacquisterà equilibrio”.

fed 2019

Nerio Alessandri, fondatore e presidente di Technogym e definito lo Steve Jobs italiano, ha espresso il concetto che più ci è rimasto impresso: “Quando funziona, è obsoleto”. Cosa significa? Che non bisogna addormentarsi sugli allori, prendendo esempio dagli sportivi: quando realizzano un record, pensano già a come battere quello successivo. E così dev’essere nelle aziende, perché quando un prodotto ha successo, bisogna avere la lungimiranza di aver già pensato alla direzione futura che dovrà prendere l’azienda, altrimenti si rimarrà sempre indietro. Ha inoltre sottolineato il concetto di wellness come stile di vita e la sua importanza anche nell’ambiente di lavoro. “I ragazzi si ricorderanno sempre del manager che rompe le scatole, invece che di quello che li avvolge nella bambagia, perché i buoni maestri, come i coach, alzano sempre di più l’asticella e vi spronano a fare sempre meglio”.

fed 2019

Molto apprezzato dalla platea anche Enrico Mentana, direttore del tg La7, ha parlato del suo progetto Open, una testata online lanciata nel dicembre dello scorso anno, per cui ha voluto assumere una ventina di giovani giornalisti, investendoci di tasca propria. “Ai giovani va parlato con il loro linguaggio e per quanto io sia un gaudioso 64enne, non ho gli strumenti per farlo. I giovani devono parlare ai giovani.” Ha sottolineato, inoltre, come in molti ambiti dell’imprenditoria italiana, editoria in primis, i “vecchi” non vogliano condividere o mollare le poltrone con le nuove generazioni. “Dobbiamo fare un salto culturale e generazionale, l’uno non può verificarsi senza l’altro”.

fed 2019

Nel video qui sotto potete ascoltare i loro interventi:

Pubblicato da Facebook su Giovedì 11 luglio 2019

Seconda parte del FED 2019

Nel pomeriggio, l’intervento di apertura è stato di Oscar Di Montigny, direttore marketing, comunicazione e innovazione di Banca Mediolanum. “Noi esseri umani siamo la tecnologia più potente, per questo il cambiamento deve partire da noi. Noi ci poniamo sempre domande, le macchine non sono in grado di farlo. È solo ponendoci domande che possiamo progredire”. I nuovi trend vanno individuati prima che emergano, per trovarsi pronti al momento giusto. Ha citato poi 4 fattori che dovranno muovere le decisioni imprenditoriali già da ora: demografia, ambiente, tecnologia ed etica, perché “partendo da questi e attraverso innovazione e sostenibilità, possiamo cambiare il mondo”.

fed 2019

Si parlato poi di criptovalute e blockchain, con l’intervista a Gian Luca Comandini, classe ’91 e membro della task-force di esperti blockchain del Ministero dello Sviluppo Economico, e dell’impatto che queste avranno sulle abitudini di acquisto delle persone.

fed 2019

Il FED si è chiuso con l’intervento dei Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, il quale ha sottolineato come l’Italia sia stata appena nominata a capo della European Blockchain Partnership, che ha l’obbiettivo di favorire l’adozione e lo sviluppo di questa tecnologia.

fed 2019

Eccovi la seconda parte del FED 2019, in cui potete recuperare gli interventi sopracitati:

Pubblicato da Facebook su Giovedì 11 luglio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *