f8-2019

F8 2019: il futuro è privato

Pubblicato il Pubblicato in Blog, Social media marketing

La scorsa settimana si è tenuta la conferenza annuale degli sviluppatori di Facebook, ovvero l’F8 2019. Ecco le novità annunciate da Mark Zuckerberg.

F8 2019: “The future is private”

f8 2019

La conferenza annuale degli sviluppatori di Facebook di quest’anno si è aperta con un discorso di mezz’ora di Mark Zuckerberg, che ha calcato molto la mano sul concetto “il futuro è privato”.

“Today we’re going to talk about building a privacy focused social platform”, ha esordito Mark Zuckerberg, quasi a prendersi in giro. Ma non scherzava: è proprio la direzione che prenderà il social network per eccellenza.

Dopo lo scandalo di Cambridge Analytica, le presunte ingerenze nelle elezioni politiche e l’essere stato messo sulla graticola dal Senato americano, Zuckerberg è corso ai ripari.

D’ora in poi ci si baserà su questa contrapposizione: spazi pubblici come piazze vs spazi privati come salotti. Secondo Zuck abbiamo bisogno di entrambi.

“Negli ultimi 15 anni abbiamo costruito Facebook e Instagram come piazze, ora ci focalizzeremo sullo sviluppo di tre elementi in particolare: messaggi privati, piccoli gruppi, stories“.

f8 2019

Da qui il claim “The future is private”. Per fare questo “dobbiamo cambiare il modo in cui portiamo avanti quest’azienda, sarà un lungo processo, ma necessario. Abbiamo dimostrato più volte che siamo in grado di produrre nel tempo ciò che l’utente vuole”.

L’azienda di Zuckerberg si baserà su questi 6 principi d’ora in poi:

f8 2019

“C’è uno scambio continuo tra noi ed esperti e governi di tutto il mondo sulla costruzione di un sistema sicuro, che sia in grado di agire in anticipo e non in seguito a problemi. Per fare questo, subiremo cambi infrastrutturali”, ha assicurato.

Insomma, ciò che aveva promesso al Senato degli USA si sta realizzando: più attenzione alla privacy degli utenti, capacità di prevedere problematiche in anticipo e agire per controllarle.

f8 2019

Ma vediamo nel dettaglio cosa cambierà sulle principali app proprietarie.

Messenger

“Vogliamo costruire l’app di messaggistica più veloce di sempre“, ha detto Zuckerberg parlando di Messenger, ed è stato mostrato come lo sia già con dei test comparativi con un nuovo aggiornamento che verrà reso disponibile nei prossimi mesi e denominato Lightspeed.

L’app dovrà essere veloce, semplice, affidabile e sicura. Nuovo design e applicazione per desktop, molto richiesta dagli utenti, in arrivo quest’autunno. Crittografia end-to-end per tutte le conversazioni, a cui non potranno accedere “né gli hacker, né i governi, né noi”, assicura.

Ci sarà una nuova Friends tab, da cui potremo messaggiare coi nostri contatti presenti su Facebook, Instagram e WhatsApp, tutti in un unico luogo, così come vedere le loro stories da tutte le app come “aggiornamenti privati, nessun contenuto pubblico”. Viene inoltre migliorata la modalità di videochat.

Asha Sharma, capo del Messenger Product Team, ha ben riassunto in una frase il futuro della piattaforma: “Facebook è orientato alla comunità, Instagram all’espressione, e in futuro Messenger costruirà un social network per i vostri amici e famiglia”.

WhatsApp

Su WhatsApp si producono più stories (aggiornamenti di stato) che su Instagram, perché vista come esperienza più privata ed intima, visto che la condivisione avviene solo coi contatti in rubrica, quindi persone che si conoscono personalmente. Verrà implementato un modo per catalogare i contenuti in base a rapporti più stetti con amici e parenti e quelli con semplici conoscenti.

Una crittografia end-to-end sempre più avanzata anche su questa piattaforma consentirà di mantenere sempre più private le posizioni che condividiamo coi nostri contatti.

Su WhatsApp for Business verrà aggiunta la funzione Product Catalogs, molto utile per quelle attività che non hanno un sito web: una specie di vetrina dove potrete caricare tutti i vostri prodotti e su cui i clienti potranno ordinarli e acquistarli direttamente in-app, con l’invio immediato di pagamenti, rendendo privato anche il commercio.

Facebook

f8 2019

Zuckerberg si è concentrato più sui Gruppi, sottolineando che “ci sono 400 milioni di persone che popolano i Gruppi o communities di Facebook. C’è una community per tutti ed esse diventeranno centrali come gli amici”. Quindi sarà fondamentale anche per le pagine aziendali avere almeno un Gruppo collegato alla Pagina.

Gli utenti dei Gruppi avranno sempre più strumenti a disposizione per segnalare utenti e community pericolose o illegittime.

Annunciato anche un restyling di Facebook con la versione FB5: via la classica barra blu, logo ridisegnato, news feed pensato per essere il più possibile chiaro e user friendly.

f8 2019

Instagram

f8 2019

Nuova interfaccia denominata Create mode per le stories, la funzione più utilizzata della piattaforma preferita dai giovani.

Si potranno fare acquisti in-app cliccando direttamente le Shopping tag sulle foto delle pagine dei brand e dei creator, facendo diventare Instagram un vero e proprio shopping channel.

Verrà aggiunto il Donation sticker, tramite il quale si potranno fare donazioni per varie cause direttamente dalle stories.

 

Per informazioni nel dettaglio su tutte le novità annunciate, potete vedere l’intera presentazione qui:

https://www.facebook.com/FacebookforDevelopers/videos/422572928569998/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *