Come si imposta una strategia di personal branding per imprenditori, professionisti ed esperti? Ecco una guida con le principali tappe da seguire.

Continua a leggere
gadget-musica

Ascoltare la propria musica preferita ovunque e in qualsiasi occasione è ormai diventata un’abitudine alla quale non sappiamo più rinunciare. Qualsiasi sia la fonte, in streaming o in locale, in qualsiasi momento e luogo, e sempre con un supporto adatto per ascoltarla come più ci piace. Ecco qualche esempio di supporti per ascoltare la musica che trovate nel nostro nuovo catalogo gadget.

Gadget per la casa o per l’ufficio

La scelta in questo caso ricade su oggetti come gli speaker Bluetooth, con un design accattivante ed elegante, magari realizzati con materiali caldi e green come il legno o la plastica con paglia di grano.

Come, per esempio, il nostro MIMBO e  YiSTA speaker wireless BT 5.0. Racchiusi in un elegante mobile in legno di bamboo, oltre a riprodurre la nostra musica preferita contengono anche un caricabatteria wireless in grado di mantenere e ricaricare la batteria dello smartphone a cui sono collegati contemporaneamente via Bluetooth (alla potenza di 10W), batteria Li-Ion ricaricabile via USB .

gadget-musica
gadget-musica

Nei momenti di relax come sotto la doccia, la scelta può ricadere su questo piccolo Speaker impermeabile, disponibile in diversi brillanti colori da abbinare al vostro bagno.

gadget musica per bagno

All’aperto insieme agli amici 

Quando siamo in compagnia e vogliamo ascoltare e condividere la nostra musica con gli amici ci serve qualcosa di più portatile, piccolo, pratico e allo stesso tempo abbastanza potente.

Ecco dunque due utilissime proposte.

Round bass, cioè uno Speaker BT 4.2 in ABS gommato, robusto e potente, include uno slot per inserire una SD card e microfono per eventualmente rispondere ad una telefonata. Batteria Li-Ion ricaricabile da 450mAh per una durata fino a 3 ore di riproduzione.

gadget musicale round bass

Oppure il simpatico mini-speaker Mushroom. Sempre Bluetooth, può essere attaccato al tuo smartphone tramite la ventosa e fungere da supporto del telefono durante le tue video call.

Qualunque sia la tua scelta ricorda che il nostro servizio di personalizzazione ti permette di stampare con la massima qualità e rapidità tutti i gadget del nostro catalogo!

Ci sono più di 5.000 gadget personalizzabili nel nostro catalogo! Lo trovi QUI

Per info e prezzi contattateci su info@zeropixel.it!

Il 16 Marzo 2022 Google ha annunciato che a partire dal 1° luglio 2023 tutte le statistiche Universal Analytics smetteranno di registrare le visite dei siti Internet, mentre Analytics 360, dato che questa tipologia è stata introdotta più di recente, queste smetterà di elaborare i nuovi dati a partire dal 1 ottobre 2023.

Continua a leggere
generazioni marketing

È fondamentale comunicare alle diverse generazioni e impostare le attività di marketing nel modo corretto. Per farlo bisogna conoscerle bene.

Col passare degli anni e con i cambiamenti socio-economico-culturali sono state clusterizzate diverse generazioni, accumunate da caratteristiche che le contraddistinguono. Pur non amando le generalizzazioni, in questo caso possono essere utili per capire e per poter comunicare nel modo adeguato con le persone che ne fanno parte.

Estratto dal libro CHANGE MARKETING

Dai baby boomers, la generazione che nel dopo guerra ha costruito il mondo per come lo conosciamo, ai nativi digitali della Generazione Z il cambiamento è epocale. L’ultima generazione, Alpha, è ancora in fase di studio.

Sugli anni di segmentazione ci sono modelli discordanti. Per esempio la generazione Z per molti comprende anche i nati nel 2010. Ci atteniamo qui a quanto indicato da Philip Kotler in Marketing 5.0.

Le 5 generazioni e i loro brand
Le 5 generazioni e i loro brand. Fonte: Marketing 5.0 di Philip Kotler

Suddivisione delle generazioni:

  • Baby Boomers: nati tra il 1946 e il 1964.
    Istruzione medio-alta, ribelli, forte orientamento al lavoro e importanti disponibilità economiche, preferiscono brand consolidati e pagare in contanti.
    Guardano la TV, sono su Facebook ma non interagiscono molto.
    Prediligono una comunicazione diretta, faccia a faccia.

  • Generazione X: nati tra il 1965 e il 1980.
    Autonomi, molto propensi all’innovazione sono i digital adopter, i primi ad aver vissuto la trasformazione tecnologica con l’avvento dei computer.
    Sono in bilico tra l’auto-affermazione e l’auto-distruzione, molto attenti all’educazione dei figli e mixano bene i rapporti face-to-face con quelli digitali.
    Ascoltano musica anni 80 e 90, sono devoti alla famiglia e fedeli ai trend della loro giovinezza.
    Il loro media preferito è il computer e sono molto attivi sulle piattaforme social, in particolare Facebook e YouTube.

  • Generazione Y: nati tra il 1981 e il 1996.
    Anche chiamati ‘millennials’, hanno abbracciato la crescita veloce della spinta tecnologica.
    Sono i promotori della sharing economy e spesso condividono casa, auto e oggetti con altre persone.
    Sono sempre connessi su tablet e smartphone, attivi su tutti i principali social media tradizionali in particolare Facebook, Instagram e YouTube.
    Vogliono scegliere i contenuti video e audio e non sopportano le interruzioni.

  • Generazione Z: nati tra il 1997 e il 2009.
    Sono i primi nativi digitali e la tecnologia è una loro naturale estensione funzionale ed espressiva.
    Iperconnessi, veloci e multitasking sui loro smartphone, non sono fedeli ai brand e preferiscono quelli coinvolgenti ed emozionali.
    Hanno un’attenzione bassa, di durata sotto ai 5 secondi e prevalentemente visiva che va intercettata in pochi istanti durante il passaggio da una app ad un’altra.
    Sono attivi su tutti i media, nella realtà virtuale, nei videogiochi e su TikTok.
    Hanno un profilo Facebook che non utilizzano.

  • Generazione Alpha: nati, o che nasceranno, dal 2009 al 2025.
    È la prima generazione nata interamente nel XXI secolo e cresciuta con uno smartphone connesso al ciuccio.
    Abituati a ricevere messaggi istantanei sono sempre collegati a Internet.
    Sono in fase di studio in quanto gli Alpha più anziani hanno oggi 13 anni e questa generazione si sta sviluppando in questi anni.

Tra gli estremi Boomers-Alpha ci sono molteplici sfaccettature, interessanti e utili da approfondire.

Il marketing deve tenere presente questo fattore nelle strategie di comunicazione, mirate sulle buyer persona definite, di cui parleremo in un prossimo articolo.

Lettura completa sul libro: CHANGE MARKETINGAcquista su Amazon

libro change marketing
change-marketing

Presentiamo il libro Change Marketing di Marco Daturi.

Questo libro è scritto per gli imprenditori, i professionisti, i manager e in generale tutti coloro che hanno capito di dover cambiare qualcosa nelle loro attività per poter stare al passo coi tempi.
Oggi, più che mai, è fondamentale riorganizzarsi bene e velocemente per evitare di scivolare nella fase di declino e rilanciare la propria attività.

Il cambiamento fa spesso paura, ma è sempre necessario affrontarlo anche nel lavoro sia per rispondere ad un evento impattante, sia per evitare di scivolare nell’ultima fase naturale del ciclo di vita del prodotto, il declino.

Il Change Marketing è lo strumento chiave per guidare questo cambiamento verso una nuova rotta definita nella visione strategica.

Il metodo per organizzare le attività vede in primis un’analisi preliminare, necessaria per avere un quadro completo della situazione, seguita da una revisione della corporate identity, che si declina poi operativamente su una serie di strumenti funzionali al raggiungimento degli obiettivi.

La corporate identity rappresenta il DNA dell’azienda e ne identifica la vision, la mission e i core values, racchiude la sua cultura, la sua storia e le sue competenze. Ha una personalità ben definita e si esprime con un’immagine e tono di voce propri che, insieme alla value proposition, creano la reputazione aziendale e la brand identity percepita dagli stakeholder esterni.

Viene quindi presentato e approfondito il Corporate Identity Matrix Framework, uno strumento di lavoro utile per fornire una strutturata e comprensibile overview della corporate identity, una guida per la comunicazione per sfruttare al meglio l’identità aziendale valutandone l’impatto reputazionale verso tutti gli stakeholder.

Informazioni

  • Autore: Marco Daturi
  • Titolo: CHANGE MARKETING
  • Sottotitolo: Gestire il cambiamento partendo dalla corporate identity
  • Editore: Libri D’Impresa
  • Anno: 2022
  • Pagine: 222
  • Per acquistare: linkAmazon

Marco Daturi

Marco Daturi – Info sull’autore

Esperto di marketing, Marco Daturi ha lavorato per grandi multinazionali, professionisti e pmi, gestendo centinaia di progetti in settori diversi. 
Considerato un nativo digitale prematuro con tante passioni tra cui la tecnologia e la digitalizzazione.

“Ho scoperto il marketing all’università, e da 30 anni è diventato il mio lavoro. Ho vissuto tanti progetti, conosciuto molte persone e letto centinaia di libri prima di scrivere questo su un argomento fondamentale per poter organizzare il lavoro, la corporate identity.”

webinar-Photoshop-Lightroom

Avete bisogno di capire meglio come funzionano Lightroom e Photoshop e scoprire i loro strumenti principali? Ecco due webinar che fanno per voi.

Lightroom e Photoshop: webinar a partecipazione gratuita

Per martedì 8 marzo e martedì 15 marzo abbiamo organizzato due webinar a partecipazione gratuita che vi aiuteranno ad acquisire le nozioni base di Lightroom e Photoshop, così da muovervi con maggiore sicurezza e professionalità nell’editing delle immagini digitali.

Come piattaforma utilizzeremo Jitsi Meet, che potete utilizzare gratuitamente da pc o smartphone tramite il link che vi invieremo via e-mail. Completato il processo di registrazione gratuita e iscrivendovi al workshop desiderato tramite il form, riceverete via e-mail il link dedicato che vi consentirà l’accesso al webinar prescelto.

Lightroom classic – martedì 8 marzo ore 21:00

Il webinar è incentrato sull’uso di Lightroom sia per archiviare le immagini e ricercarle velocemente, sia per sviluppare le proprie fotografie. Capiremo come funzionano tutti i parametri nella sezione sviluppo e come scontornare in modo efficace e veloce le proprie foto per uno sviluppo a settori. Tutto quello che vedremo per Lightroom si applica anche all’uso di Camera Raw di Photoshop.

Programma

  • I metadati
  • Come organizzare l’archivio
  • Lightroom non vede più un cartella: come ritrovarla
  • I settaggi consigliati
  • Come fare una ricerca
  • Sviluppo di base, workflow e funzionamento dei parametri
  • Preset
  • Cancellare macchie di polvere
  • Strumenti di Selezione

Photoshop base – martedì 15 marzo ore 21:00

Photoshop è uno strumento che offre la possibilità di compiere tante attività: noi ci concentreremo sull’editing di fotografie e l’aggiunta di elementi grafici. Vedremo come funziona lo strumento principe di Photoshop, i livelli, ma anche quali sono gli elementi utili per lo sviluppo di un’immagine (come per esempio curve, saturazione e tono). Capiremo come funzionano le selezioni e come utilizzare le maschere di selezione nei livelli.

Programma

  • Spazio colore e tipi di file
  • Livelli (levels), saturazione, tono, bilanciamento colore
  • Sostituzione colore
  • Livelli (layer): cosa sono, metodi di fuzione e tipologie
  • Ridimensionare le immagini
  • Testo e forme

Informazioni generali sui webinar

  1. L’iscrizione è gratuita.
  2. Ci si può iscrivere a entrambi i webinar.
  3. I webinar verranno trasmessi con Jitsi Meet.
  4. Ospiteremo massimo 100 partecipanti a webinar, i primi 100 che si collegheranno e avranno prenotato
  5. La durata massima è di 45′
  6. Tutte le domande potranno essere effettuate in chat e le risposte verranno date a fine webinar

Per essere ammessi è necessario iscriversi inserendo un indirizzo e-mail valido qui: https://www.zeropixel.it/webinar-photoshop-e-lightroom

Per informazioni contattateci: info@zeropixel.it

fiducia in un brand

Come si portano le persone ad avere fiducia in un brand? Come si costruisce una buona reputazione online? Ecco degli spunti da cui partire.

Continua a leggere
metaverso moda

Comprereste mai un capo d’abbigliamento che non esiste? E quanto sareste disposti a pagarlo?

L’industria della moda virtuale (chiamata anche digital fashion) ha già registrato vendite per decine di milioni di Euro, andando a confondere la nostra definizione di ciò che è reale nella moda e ciò che non lo è. 

Secondo Gucci, il marchio del momento, è “solo una questione di tempo” prima che le principali case di moda entrino a far parte del mondo NFT (non-fungible tokens) e in altri aspetti della moda digitale. Con il mese della moda che si è concluso a ottobre, molti marchi hanno infatti lavorato con gli NFT per inserire capi digitali all’interno delle loro collezioni. 

Questo perché, anche la moda, si sta preparando alla transizione verso il metaverso.

Continua a leggere
come sfruttare i social a natale

Quali sono le best practices su come sfruttare i social a Natale per promuovere la tua attività? Eccoti una breve guida per vendere di più.

Continua a leggere
gadget originali natale 2021

Le feste sono ormai vicine: volete qualche idea su gadget originali per Natale 2021 da regalare a clienti e colleghi? Scopritele con noi!

Continua a leggere